Caccia al tesoro senza mappa, una passeggiata con la testa all’insù

Si sente sempre più spesso, come fosse un mantra, che la bellezza sta nelle piccole cose, che la semplicità vince, che non servono grandi opere per rimanere a bocca aperta. La forte insistenza su questo tema sta quasi facendo perdere forza e verità al concetto.

Ma sapete qual è una cosa semplicissima che lascia davvero a bocca aperta?

Una passeggiata nel borgo di Pretoro con la testa all’insù.

Lo scorso dicembre è uscito, nelle sale italiane, un film carino e commovente dal titolo “Last Christmas”. In una scena il protagonista maschile propone alla ragazza di fare una passeggiata nella città di Londra rivolgendo lo sguardo all’insù. I due uscirono dall’esperienza sopraffatti. Mi sono detta: perché non provarci a Pretoro? Non ci crederete, ma c’è un mondo incredibilmente fantastico a un paio di metri (o forse meno) dal nostro sguardo.

Ho incontrato iscrizioni secolari dalle quali sembrano fuoriuscire bisbigli dei nostri avi; mi sono incredibilmente innamorata di eleganti fregi che adornano le mensole di alcuni balconi; e ho potuto giocare a nascondino con facce buffe in pietra nascoste tra i blocchi delle facciate.  Ho visto… a no, non vi svelo altro! Ora tocca a voi scovare stranezze e condividerle con tutti noi. 

Tagga @prolocopretoro e usa l’hashtag #pretoro, saranno ri-postate tutte le vostre scoperte. 


Write a comment
X